Faida tra clan: presunto “boss” ucciso a colpi di Ak-47

Faida tra clan: presunto “boss” ucciso a colpi di Ak-47

La mafia foggiana fa altri quattro morti. Un agguato in pieno giorno avvenuto ieri nel territorio di Apricena, vicino alla vecchia stazione di San Marco in Lamis (Fg), per uccidere il presunto boss Mario Luciano Romito. L’uomo, 50 anni, di Manfredonia, era a bordo di un Maggiolone guidato da suo cognato Matteo De Palma, quando […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.