Facebook chiude i gruppi osceni

Il social network cancella pagine e amministratori. Cambia il controllo sui contenuti: non più basato solo su algoritmi, ma su approcci “più umani”
Facebook chiude i gruppi osceni

Quattro gruppi chiusi e account di amministratori e fondatori bloccati da Facebook: il social network di Mark Zuckerberg sembra aver iniziato a fare un po’ di pulizia dopo l’articolo del Fatto a firma di Selvaggia Lucarelli. L’ultimo pezzo di una lunga serie contro i gruppi chiusi e le oscenità continuamente pubblicate al loro interno: da […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.