Estonia e Islanda, nuove frontiere del giallo nordico

Agli Europei di calcio, l’orgoglio islandese esploso dopo la vittoria con gli inglesi, sigillato dalla geyser dance, ha radici profonde. Il cadavere di un uomo viene trovato in un lago di fango, consigliato per dermatiti e psoriasi. A indagare sono Erlendur, poliziotto trentenne, e il suo capo Marion. Islanda, anni Settanta. L’isoletta dal clima impossibile, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.