“Esterno notte”: gli ultimi 55 giorni nel “controcampo” di Bellocchio

Il regista - Tornerà a occuparsi del sequestro 15 anni dopo “Buongiorno, notte”
“Esterno notte”: gli ultimi 55 giorni nel “controcampo” di Bellocchio

“Marco Bellocchio è insofferente per le cose che non si sanno e, insieme, per la dietrologia: non sopporta l’ipocrisia di un Paese senza verità, per questo ritorna sul caso Moro”. Il regista piacentino ritrova il politico democristiano: dopo Buongiorno, notte del 2003 si occuperà ancora dei 55 giorni del sequestro, della prigionia e dell’assassinio dello […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.