Erdogan urla all’Europa per prendersi il voto

“L’Olanda pagherà” per il no ai comizi di Ankara. La partita del referendum
Erdogan urla all’Europa per prendersi il voto

Un uomo alza le braccia, in piedi sul tetto del consolato olandese in Istiklal Caddesi, la famosa via di Istanbul che sbuca in piazza Taksim. Non molto distante, sullo stesso lato della strada, c’è il consolato russo e, poco prima, quello svedese. L’uomo urla “Allahu Akbar”, qualcuno gli fa eco dalla folla che lo osserva. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.