Erdogan schiaccia i curdi “È un golpe: lotteremo”

Anche il leader Demirtas nella retata di deputati della minoranza etnica
Erdogan schiaccia i curdi “È un golpe: lotteremo”

La sera delle elezioni, il 7 giugno 2015, i curdi scesero per le strade di Istanbul a festeggiare. Non soltanto per i vicoli contorti di Tarlabasi, vicino a Piazza Taksim (dove tra l’altro si trova la sede dell’Hdp) ma anche lungo Istiklal Caddesi, la via più famosa della città. Con loro c’erano molti turchi, per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.