Erdogan batte cassa: “Fermati altri 3.000, pagateci”

Turchia-Ue - Sotto accusa per l’offensiva anti-curda. Ankara fa valere lo stop ai rifugiati e chiede i soldi
Erdogan batte cassa: “Fermati altri 3.000, pagateci”

Si avvicina il Vertice europeo di giovedì e venerdì a Bruxelles. Si alza il livello delle critiche Ue all’operazione militare turca anti-curda ad Afrin (“Un approccio errato”, per Federica Mogherini). E Ankara ripropone il ricatto dei migranti: “O ci pagate, e ci lasciate fare quel che vogliamo in Siria, o apriamo le dighe” di rifugiati […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.