Emiliano e il flop in Lombardia per colpa di Penati

Caro Michele Emiliano, quando ti sei candidato alle primarie che sceglieranno il segretario del Partito democratico, ci siamo permessi di mostrarci stupiti del fatto che tu – che apparivi come il più “nuovo” dei tre sfidanti, il meno compromesso con gli apparati di partito e con i vecchi riti della politica – avessi scelto come […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.