“EgyptAir, corpi a pezzi”. Ma zero tracce di esplosivo

“Vittime dilaniate”. Però dal Cairo nessuna certezza sui motivi dello schianto
“EgyptAir, corpi a pezzi”. Ma zero tracce di esplosivo

Se aspettiamo che la verità sul disastro del volo MS840 ce la raccontino gli egiziani, allora l’attesa sarà lunga. Devono ancora ammettere che il charter russo con 224 persone a bordo caduto nel Sinai il 31 ottobre 2015, sia esploso per un attentato. E devono ancora dirci chi e perché ha sequestrato e ucciso Giulio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.