Effetto Brexit, mille promesse da Juncker per salvare l’Europa

Lo Stato dell’Unione 2016 - Dal wi-fi gratuito entro il 2020 al nuovo piano di investimenti alla flessibilità. Un’agenda (troppo) lunga
Effetto Brexit, mille promesse da Juncker per salvare l’Europa

Il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker non ha seguito il consiglio del presidente della Bce Mario Draghi, di concentrare gli sforzi dell’Ue su poche priorità dai risultati immediatamente percepibili. Nel suo discorso davanti al Parlamento europeo sullo “Stato dell’Unione” 2016, usanza recente mutuata dal presidente Usa, Juncker ha fatto mille annunci e promesse, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.