Effetti del Jobs act: licenziamenti disciplinari su del 65%

Effetti del Jobs act: licenziamenti disciplinari su del 65%

Da quando il governo ha prima tagliato (2016) e poi cancellato (2017) gli sgravi contributivi, il flusso di assunzioni a tempo indeterminato registrato dall’Inps continua a calare. Stando ai dati dell’Osservatorio sul precariato, nei primi due mesi del 2017 sono stati attivati 258.952 contratti a tempo indeterminato (comprese le trasformazioni da tempo determinato) con un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.