Edward Muggeridge, alla ricerca del cavallo volante

Per la prima volta in Italia una mostra sul fotografo che ha anticipato il cinema: soggetti in movimento, corpi nudi (umani e animali) con i loro muscoli pulsanti
Edward Muggeridge, alla ricerca  del cavallo volante

In quel testo eccentrico e commovente che è La camera chiara, Roland Barthes codifica la differenza tra lo studium – la tiepida curiosità umana che ci spinge verso una fotografia – e il punctum – la fatalità emotiva che a partire da una foto ci ferisce per sempre. Parallelamente, il valore lacerante di alcune immagini […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.