“Ed è subito virale”, quando la notizia non è informazione

Elevare a “verità” un video sul web solo perché è stato condiviso milioni di volte è come dire che Justin Bieber è più bravo di John Coltrane perché ha venduto più dischi
“Ed è subito virale”, quando la notizia non è informazione

Una delle frasi più frequenti in ambito giornalistico è la seguente: “Ed è subito virale”. Più che una frase ormai è un mantra da usare ovunque. Anche quando non c’entra niente. Può sembrare un difetto meramente formale, ma si sa: la forma è sostanza. E allora, forse, non stiamo parlando di un tic giornalistico innocuo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.