Ed è subito “hater”: se non osanni il famoso tu diventi un odiatore

Accade sempre più spesso che qualsiasi rilievo, persino il più leggero, rivolto a un personaggio noto trasformi chi l’ha avanzato in un rosicone di professione
Ed è subito “hater”: se non osanni il famoso tu diventi un odiatore

Lo dice pure Wikipedia: “hater”, letteralmente “odiatore”, è spesso utilizzato da coloro che “odiano” (virgolette testuali) personaggi di particolare fama, quali cantanti, youtuber, attori e musicisti. In altre parole, se sei uno sfigato e qualcuno ti insulta, non avrai diritto ad avere il tuo “hater”. Se invece sei famoso, qualsiasi rilievo critico, persino leggero, trasformerà […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.