Eataly, la priorità di Vittorio Zucconi

Eataly, la priorità di Vittorio Zucconi

E pensare che gli squattrinati giornali italiani, per risparmiare, stanno tagliando i corrispondenti dall’estero. Peccato, perché così facendo si privano di quella capacità di analisi che soltanto una lunga permanenza là dove le notizie accadono può garantire. Prendete il caso di Vittorio Zucconi: una vita a scrivere dagli Stati Uniti (o a scrivere di Stati […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.