È un flop la riabilitazione del jihadista riluttante

Francia, chiude il centro che doveva ospitare i giovani affascinati dalla “guerra santa”. Il ministro Collomb: “Esperimento inconcludente”
È un flop la riabilitazione del jihadista riluttante

Il solo centro ufficiale anti-radicalizzazione nato in Francia per aiutare i giovani tentati dal jihadismo ha chiuso i battenti. Il sito-pilota era stato aperto con tante speranze neanche un anno fa, settembre 2016, nel castello di Pontourny, a Beaumont-en-Véron, sulla Loira. Se il test fosse andato bene, una dozzina di centri analoghi sarebbe stata creata […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.