» Cronaca
giovedì 28/09/2017

È indagato con l’amico del babbo: perché resta?

Grandi Stazioni - Il governo lascia al suo posto Gizzi, l’ad che incontrò Russo ed è inquisito con lui
È indagato con l’amico del babbo: perché resta?

Silvio Gizzi, amministratore delegato di Grandi Stazioni Rail Spa, resta al suo posto nonostante sia indagato dai pm di Roma per turbativa di gara con Carlo Russo nell’ambito dell’indagine su Alfredo Romeo. È la persona giusta per gestire le stazioni italiane? Il ministro Pier Carlo Padoan e il presidente del Consiglio Matteo Renzi, come l’amministratore […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2017 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Cronaca

Consip, il Noe aveva chiesto di interrogare anche Renzi

Politica

Matteo non riesce a far partire neanche il treno

Processo Trattativa, “Dell’Utri andò dai boss prima di fare Forza Italia”
Cronaca
Il processo

Processo Trattativa, “Dell’Utri andò dai boss prima di fare Forza Italia”

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×