È bello che i primi a bocciare la riforma siano stati i giovani

È bello che i primi a bocciare la riforma siano stati i giovani

La vittoria del No ha un significato che va al di là di tutti i giochi politici: ha dimostrato che la gente è ancora molto affezionata alla Costituzione. È davvero la più bella del mondo, come diceva una volta Benigni. Credo che il referendum l’abbia perso chi non è stato capace di capire un fatto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.