Dopo la rabbia, le minacce: scortati autista e dirigente

Ancora tensione a Piacenza dove mercoledì Abdel Salam Eldanaf, egiziano di 53 anni che manifestava nei pressi della Gls, è stato investito da un tir della stessa azienda

Siamo disperati, la nostra vita è finita. Abdel era venuto in Italia per cercare una vita dignitosa e invece è morto sotto un camion”, dicono i familiari di Abdel Salam Eldanaf. Ma la tragedia del facchino egiziano di 53 travolto da un tir a Piacenza, il dolore della moglie e dei cinque figli, tutto rischia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.