Dopo i ‘gülenisti’ caccia a 11mila insegnanti filo-Pkk

Non si ferma la purga in Turchia dopo il golpe fallito. Nel mirino dopo i “gülenisti” – i seguaci del dissidente Gülen ora rifugiato negli Usa – finiscono 11 mila insegnanti accusati di essere “sostenitori dell’organizzazione terroristica” Pkk, secondo la definizione del ministero dell’Istruzione. Nei giorni scorsi, il premier Binali Yildirim aveva annunciato che erano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.