Disordini del Primo maggio, ai domiciliari i leader di Askatasuna

Disordini del Primo maggio, ai domiciliari i leader di Askatasuna

Quindici misure cautelari sono state disposte dal pm Antonio Rinaudo e notificate a Torino dalla polizia nei confronti di antagonisti del centro sociale torinese Askatasuna a seguito dei tafferugli del corteo del Primo maggio 2017. Nove persone sono ai domiciliari e sei sottoposte all’obbligo di firma. Altri 14 manifestanti denunciati a piede libero. L’accusa è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.