Diffamazione web: come funziona se non si è la Boldrini

La presidente della Camera ieri ha annunciato che ricorrerà alle vie legali. I social sono un’aggravante. L’esperto: “Le denunce spesso non sono prese in considerazione”
Diffamazione web: come funziona se non si è la Boldrini

“Adesso basta. Il tenore di questi commenti ha superato il limite consentito. Ho deciso che d’ora in avanti farò valere i miei diritti nelle sedi opportune”: inizia così la giornata social della presidente della Camera, Laura Boldrini. Ieri mattina, su Facebook, ha lanciato l’ennesimo messaggio contro chi offende sul web. “Ho riflettuto a lungo se […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.