Dietro acronimi e tagli, a salvarla resta solo l’amore per gli studenti

Dietro acronimi e tagli, a salvarla resta solo l’amore per gli studenti

Le finestre nel laboratorio di tecnologia al secondo piano non le hanno sistemate. Anche quest’anno la lezione andrà in scena con tanto di spifferi. Ci sono ancora le crepe nel controsoffitto dell’aula al primo piano. Il wifi funziona peggio delle lampadine di Natale. La lavagna multimediale è rimasta ma nessuno è venuto a sistemarla: dicono […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.