Dieci, cento, mille Lapadula. E il calcio è più bello

Gianluca Lapadula vive per il calcio e in uno stadio fa da sempre gol. Quello di tacco al Palermo, splendido e decisivo, corrobora la validità teorica della massima di Philippe Noiret in Amici miei: “Che cos’è il genio? È fantasia, intuizione, decisione e velocità d’esecuzione”, ma non basta a superare in fulgore un’altra rete segnata […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.