Di Maio ci crede poco e inizia il tour elettorale

Il M5S ostenta tranquillità: “Il nuovo voto ci conviene, siamo già al 35 per cento”. Ma gli eletti sperano che B. inciampi nel voto di fiducia
Di Maio ci crede poco e inizia il tour elettorale

Gli alleati possibili prima o poi si uniranno. Ma dopo una giornata di trattative, finte e leggende metropolitane, il governo tra Lega e M5S si allontana, di nuovo. Perché questa volta naufraga sulla smentita serale di Silvio Berlusconi, che nega il passo di lato. Ma dai piani alti del Movimento ostentano tranquillità: “È la prova […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.