Depresso, va a morire in Svizzera. La procura apre un’inchiesta

Depresso, va a morire in Svizzera. La procura apre un’inchiesta

Servirà l’esito degli esami tossicologici per capire quale sostanza ha causato la morte dell’ingegnere di 62 anni di Albavilla (Como) che è andato in Svizzera per morire con il suicidio assistito. Non aveva patologie incurabili, non era stato reso cieco e tetraplegico come Dj Fabo, e per questo la Procura di Como ha aperto un’inchiesta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.