Del maiale nostrano non si butta via nulla Neanche il razzismo

Wolf Bukowski analizza i falsi miti che il sentire comune (e la politica) hanno trasformato in verità identitarie: dal rifiuto del cibo da parte degli immigrati ai “ricchi” ebrei
Del maiale nostrano non si butta via nulla Neanche il razzismo

Un Paese offeso nella carne. L’Italia – e in misura meno colorita l’Europa tutta – sta combattendo una guerra sul filo delle setole del porco. I musulmani ci stanno invadendo, dicono giornali e Tv, portando con sé una capricciosa idiosincrasia per il nostro alimento principe, la summa di tradizione e storia, il concentrato in sugna […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.