De Luca jr., quello che “non mi manda papà”

Figli d’arte - Piero, coordinatore campano del Sì, potrebbe essere sentito nell’inchiesta sul padre
De Luca jr., quello che “non mi manda papà”

Il suo battesimo politico risale al 2009 nella sala congressi di un albergo di Salerno, con suo padre Vincenzo seduto in prima fila. Piero De Luca parlava della funzione strategica del Mediterraneo in Europa. Referendario già da un anno alla Corte di giustizia europea, la sua luce però non brillava, così come quella del padre […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.