Davigo, un anno in trincea: Renzi-bluff e l’aiutino a Canzio

Presidenza - Albamonte succede al giudice di Tangentopoli al vertice dell’Associazione nazionale dei magistrati
Davigo, un anno in trincea: Renzi-bluff e l’aiutino a Canzio

Cambio della guardia ai vertici dell’Associazione nazionale magistrati, come previsto un anno fa, quando c’è stato l’accordo tra tutte le correnti per la Giunta unitaria. Al posto di Piercamillo Davigo, tra i fondatori di Autonomia e Indipendenza, corrente trasversale dei magistrati, è stato eletto presidente del sindacato delle toghe Eugenio Albamonte, 49 anni, di Area, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.