Davide ucciso “per errore”. Solo due anni al carabiniere

Napoli, pena più che dimezzata in appello al militare che nel 2014 inseguì il 17enne Bifolco. La perizia: “Inciampò e l’arma era senza sicura”
Davide ucciso “per errore”. Solo due anni al carabiniere

“Due anni, solo due anni, neanche se fosse stato ammazzato un cane”, il primo commento in aula di familiari e amici di Davide Bifolco, il ragazzo di 17 anni del rione Traiano di Napoli ucciso per errore il 5 settembre 2014 da un carabiniere, al termine di un inseguimento di tre ragazzini senza casco, a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.