Date a Vivaldi ciò che è di Vivaldi: un Concerto in Do maggiore

Due studiosi attribuiscono al compositore italiano la partitura che portava la firma di Nicola Fiorenza
Date a Vivaldi ciò che è di Vivaldi: un Concerto in Do maggiore

Di false attribuzioni la storia delle arti è piena, ma solo alcune fra queste coinvolgono nomi la cui fama attraversa i secoli. È questo il caso del Concerto in Do maggiore per violino principale, due violini, violetta e basso continuo che, per quasi 300 anni, è stato attribuito al compositore partenopeo Nicola Fiorenza: a partorirlo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.