Danilo Rea e Braga: Jazz per software e pianista “crackato”

Per la prima volta su un palco una macchina decodifica in tempo reale qualsiasi musicista ed emette previsioni su quello che può essere la nota successiva
Danilo Rea e Braga: Jazz per software e pianista “crackato”

Non sparate sul pianista, piuttosto “craccatelo”! Come? Inventando una forma di intelligenza artificiale che sappia rilevare il comportamento musicale del povero malcapitato e riesca così a prevederne poi le mosse successive. Le macchine che sostituiscono l’uomo? No, in realtà i presupposti dai quali Danilo Rea e Alex Braga sono partiti per realizzare Cracking Danilo Rea, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.