Daniel Lanois, cantastorie “prestato” al rock

Daniel Lanois, cantastorie “prestato” al rock

Timido e riservato, il produttore e musicista canadese Daniel Lanois non ama i riflettori. Nonostante il suo low profile ha segnato la musica rock degli ultimi trent’anni plasmando interi album degli U2 (insieme a Brian Eno), di Bob Dylan, Peter Gabriel, Robbie Robertson e molti altri. Ma, soprattutto, ha trovato il suo sound, attraverso due […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.