Dal pianto di Reem alle porte aperte della Merkel

Germania Felix - Investimenti miliardari per accogliere (e integrare) i profughi: ma quasi solo siriani
Dal pianto di Reem alle porte aperte della Merkel

Due minuti che hanno cambiato la storia della Germania. Forse dell’Europa, certamente dei centinaia di migliaia di siriani. Il 15 luglio 2015, la 15enne figlia di profughi palestinesi Reem Sahwil “inchioda” la donna probabilmente più potente del mondo. Angela Merkel fatica a trovare le parole per spiegarle che non tutti possono restare. La giovane piange […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.