Dal Bataclan all’Italia. La rete dei money transfer

Il procuratore Roberti: “Soldi di un attentatore di Parigi verso il nostro Paese”
Dal Bataclan all’Italia. La rete dei money transfer

Denaro per finanziare gli attentati di Parigi del 13 novembre 2015. Flussi che da uno dei terroristi che ha agito tra lo Stade de France, il Batalcan e i locali notturni portano nel nostro Paese attraverso la rete dei money transfer, ovvero quel circuito bancario alternativo che sposta denaro contante con rimesse estere. La notizia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.