“Dai pollici spezzati dietro al benzinaio al sindaco di Roma”

Al processo - I magistrati: “La forza d’intimidazione deriva dal vincolo associativo che crea omertà”
“Dai pollici spezzati dietro al benzinaio al sindaco di Roma”

“La mafia ha scelto in gran parte del territorio nazionale di bandire dalla propria attività criminale” le ritorsioni violente “perché sa che in certi territori, certi comportamenti non solo tollerati e provocano la reazione delle forze dell’ordine, impediscono gli affari”. Ma a casa propria, “nel suo territorio, continua a fare la mafia perché deve conservare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.