Dai monti al mare. I parchi fantasma interrotti e contesi

Il dossier Wwf - Quattro aree nazionali esistono solo sulla carta ma non si sa chi e come deve gestirle: e nessuno se ne interessa
Dai monti al mare. I parchi fantasma interrotti e contesi

Interrotti, frammentati. Esistono sulla carta ma nella realtà non hanno una governance né una gestione chiara: e mentre alla Camera si discute la proposta di riforma delle aree protette, da decenni ci sono situazioni critiche ignorate. A raccontarle è il dossier del Wwf “Parchi in Italia: un paese ricco di diversità e privo di tutele”. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.