Dacca, ostaggi uccisi subito e la pista del professore-complice

Cerimonia religiosa in Bangladesh per le vittime italiane dei terroristi. Domani il ritorno in patria
Dacca, ostaggi uccisi subito e la pista del professore-complice

un ex insegnante della North South University (Nsu) e il figlio di un imprenditore. Dietro questi profili potrebbero celarsi due complici del commando coinvolto nell’attentato all’Holey Artisan Bakery di Dacca. I due figurano tra i 13 sopravvissuti. Nelle ore immediatamente successive all’attentato sarebbero comparse su internet delle immagini del primo – Hasnat Karim – immortalato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.