Da Eastwood a Depardieu attori-tifosi dei “cattivi”

Da Eastwood a Depardieu attori-tifosi dei “cattivi”

Deve essere l’ambigua seduzione dell’Impresentabile. Gérard Dépardieu, per sfuggire al fisco francese, ottiene il passaporto russo “dall’amico Putin”, poi gira un film in Cecenia e il dittatore Ramzan Kadyrov gli offre la cittadinanza. Pure Mickey Rourke non si è sottratto al fascino oscuro di Putin, indossando T-shirt con l’immagine del presidente russo e osannandone il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.