Cuba a stomaco vuoto, il turista si mangia tutto

Scaffali di negozi e supermercati vuoti o pieni dello stesso prodotto, ma negli alberghi e nei ristoranti frequentati da stranieri si trova ogni cosa
Cuba a stomaco vuoto, il turista si mangia tutto

In un supermecato dell’Avana dell’Est tre scaffali offrono alla vista lo stesso prodotto, una scatola di salsa di pomodoro e altri quattro le stesse bottiglie di plastica di olio di semi allineate in lunghe fila. Un panorama ugualmente desolato lo si incontra in negozi di vari quartieri del centro, dove si vendono prodotti acquistabili in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.