Crollo Lungarno, la Procura non trova nessun colpevole

Per i magistrati di Firenze la colpa è solo del tubo troppo vecchio e riparare le condotte avrebbe fatto schizzare le bollette dell’acqua
Crollo Lungarno, la Procura non trova nessun colpevole

In seguito alla voragine che il 25 maggio scorso si aprì a lungarno Torrigiani, a causa di un tubo rotto dell’acquedotto, la procura di Firenze ha richiesto al gip di archiviare l’inchiesta. Il crollo non fece né vittime né feriti, ma ingenti furono i danni materiali. Per il pm Gianni Tei tuttavia, non è possibile […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.