Criteri più duri per case agli stranieri: il governo ferma Toti

Criteri più duri per case agli stranieri: il governo ferma Toti

Bocciata la legge della Regione Liguria che prevedeva dei criteri più restrittivi per l’assegnazione delle case popolari agli stranieri. Il motivo? Secondo il governo potrebbe essere incostituzionale. Perché il governatore Giovanni Toti avrebbe voluto introdurre un requisito minimo di dieci anni di permanenza sul territorio italiano per l’accesso alle graduatorie, in linea con la normativa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.