Crescono solo i posti con salari bassi ma la crisi colpisce pure gli stranieri

Gli immigrati hanno sempre avuto tassi di occupazione più alti. Dal 2008 il divario con gli italiani s’è accorciato

Nel nostro Paese, uno straniero fa più fatica, rispetto a un italiano, che pure se la passa male, a trovare lavoro. L’episodio, avvenuto a Cervia, del cameriere nero sgradito all’albergo dà un esempio di questa affermazione confermata anche dalle statistiche. Il tasso di disoccupazione Istat del primo trimestre del 2017 è del 15,7% per gli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.