“Così i mafiosi comunicheranno senza controlli”

Vittorio Teresi - Il procuratore aggiunto che indaga sulla Trattativa
“Così i mafiosi comunicheranno senza controlli”

Quando gli leggiamo le dichiarazioni del sottosegretario alla Giustizia Gennaro Migliore (Pd) sul 41-bis, cioè sul carcere duro e isolato per i mafiosi, il procuratore aggiunto di Palermo Vittorio Teresi non crede alle sue orecchie. Da sempre pm a Palermo, ha lavorato accanto a Falcone e Borsellino, poi a Gian Carlo Caselli, a Piero Grasso […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.