» Primo Piano
giovedì 07/07/2016

Corruzione Roma, nelle intercettazioni rapporti anche con il Giglio Magico

Il trio dei super-renziani e il messaggio su Whatsapp per una nomina

Il Giglio Magico aveva una passione in comune con l’indagato Raffaele Pizza: l’ex amministratore di Poste Italiane, oggi alla guida della Milano Serravalle, Massimo Sarmi. Lo racconta l’imprenditore abruzzese Gugliemo Boschetti in un’intercettazione ambientale agli atti dell’inchiesta della Procura di Roma. È il 21 gennaio 2015. Boschetti e l’imprenditore Danilo Lucangeli sono nell’ufficio di Pizza. I tre parlano dell’affare Tiap, ovvero il (mai realizzato) progetto di aggiudicarsi appalti per la digitalizzazione dei fascicoli giudiziari. Bando mai indetto dal ministero guidato da Andrea Orlando.

Pizza: Stiamo mettendo su questa cosa importante con Agostino (…) qualsiasi ministero, nella fattispecie quello della giustizia, competente… deve solamente scrivere che quel prodotto… già lo usano le 7 procure (…) Basta un appuntamento pure con il direttore generale (…) Ci deve andare Nastri, il proprietario di questa società… di cui le procure usano il suo software.

Boschetti gli riferisce di essere stato “contattato da Ferri” (potrebbe trattarsi di Cosimo, sottosegretario alla Giustizia, estraneo alle indagini) e poi mostra il messaggio da parte di uno del Giglio Magico. Lucangeli commenta “che se parlano con il Ministro è inutile parlare con Ferri”. Interviene Pizza: “Ferri è bruciato con tutte le cazzate che ha fatto…”. A questo punto Boschetti mostra un messaggio ricevuto sul telefono.

Boschetti: La sapete una cosa importante (…) Ti faccio legge Whatsapp… questo qui è uno dei più stretti, è legatissimo al trio… Lotti (sottosegretario del governo Renzi, ndr)

Pizza: il famoso trio….

B: Leggi… ‘Ciao Guglielmo tutto bene?’… Lui lunedì stava a Firenze, mi ha Whatsappato dicendomi… secondo te il tuo amico Sarmi può essere interessato in qualche cosa…

P: A te ti dico tutto (…) l’economia ha già sondato Sarmi perchè c’è il problema di cambiare Ciucci (Pietro, ex presidente di Anas) e … stanno sponsorizzando Sarmi

B: non solo l’economia… lo stanno sponsorizzando

P: attraverso chi?

B: Lotti e company

P: E attraverso chi?

B: Attraverso quello della Serravalli (…) attraverso questo qui che è un amico carissimo…

P:comunque gli sto dando una mano anche io (…) Se è interessante possiamo gestirla questa operazione se tu ritieni (…) fallo venire da me che me lo gestisco io con Sarmi (…) Già ci sono delle ottime possibilità, se questo può darmi un valore aggiunto io gli garantisco un ritorno pazzesco se dovesse andare (…) Io sono l’unico che può fare le cose con Sarmi (…) Se tu ritieni che questo possa dare un minimo di valore aggiunto a quello che lui mi fa 100, ce penso io a farlo diventà un valore aggiunto de 1000… Non c’è nessun problema, mi chiami.

Insomma, Pizza rivendica di essere l’unico a poter “fare le cose con Sarmi” e se, come sostiene Boschetti, qualcuno vicino al Giglio Magico vuol dare un apporto dovrà comunque trattare con lui che, aggiunge, è in grado di arrivare alle “alte cariche istituzionali”.

E il nome di un esponente del Giglio Magico, sebbene estraneo all’inchiesta, viene espressamente menzionato negli atti. In una richiesta di proroga di intercettazioni, il nucleo Valutario della Guardia di Finanza riferisce di “contatti e/o contatti diretti intercorsi” anche con Marco Carrai, socio della società di cyber sicurezza Cys 4. È l’uomo che Renzi vuole nominare suo consigliere per la sicurezza informatica. E proprio di cyber sicurezza viene scoperto a parlare Pizza con un uomo che gli investigatori devono ancora identificare.

Uomo:Eh … parliamo di sicurezza … Cyber … qui parliamo della sicurezza informatica … su questi temi … sto facendo una società che commercializza … prodotti non solo software … per la difesa anche attiva … laddove autorizzata dal magistrato …

Pizza: … dimmi quando sei pronto… mi dici che devo fare

Uomo 1: io sono pronto

P: Allora andiamoci un momentino e … vediamo con chi devi parlare … me lo devi di te … io che cazzo ne so … dimmi che devi parlare e vediamo come gestire le cose…

Uomo 2: … bè … bisogna fa … mostrargli sta roba …

P: Eh certo …

Uomo 2: … (inc) … C4 … cioè già capito? … già ci sta .. Carabinieri …

P: … ti posso mandare dal responsabile degli Interni… l’importante è il qualitativo …”.

L’assonanza tra C4 e Cys 4 è particolarmente singolare e pare che proprio alla C4 vogliano proporre il progetto. Poco dopo Pizza vanta entrature persino negli ambienti del Quirinale: “Io poi c’ho un grande amico … Sezione del Quirinale… Gli ho fatto assumere il figlio alle Poste”.

La Gdf sta cercando di capire di chi si tratti.

© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Primo Piano

Angelino: “Con me cade Renzi”

Politica

Referendum riforme, il libro che spiega “Perché No” al Senato dei nominati-immuni

Con la legge Madia più concorsi fasulli
Primo Piano
In Tv

Con la legge Madia più concorsi fasulli

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×