Consenso informato. Anche se scritto in burocratese è al servizio del malato

Da diverso tempo,per vari problemi, ho avuto frequenti rapporti con la sanità. Vorrei saperne di più su queste cosiddette “liberatorie” che fanno firmare all’utenza non solo prima di un intervento, ma ormai per qualsiasi cosa. Delle mie conoscenze che lavorano in ospedale le chiamano “esenzioni di responsabilità”. Cosa vuol dire? Ci sono diverse tipologie di […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.