Conosci te stesso e ricorda il sesso

Conosci te stesso e ricorda il sesso

Un tavolo, un piazzato di luci, due sedie, due attori: parlano di una sveltina consumata anni prima, con tanto di dettagli sul “cazzo” e sulla “fessa”. Dopo dieci minuti vien voglia di andarsene, ma dopo quindici succede qualcosa – un rumore lontano, sordo – a dirci che i due soli non sono, e quindi la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.