Confindustria, urne blindate tra sospetti e franchi tiratori

Oggi l’elezione al fotofinish tra i veleni. Per la prima volta nella storia della corsa al vertice di Viale dell’Astronomia la scheda sarà consegnata in un gazebo e lo scrutinio sarà pubblico
Confindustria, urne blindate tra sospetti e franchi tiratori

Boccia’’, “Vacchi”, “Vacchi”, “Boccia”… Inizierà così, davanti al “parlamentino’’ dei 198 grandi elettori, la conta dei voti per il nuovo presidente di Confindustria. Nella sala del consiglio, al primo piano di Viale dell’Astronomia, due scrutatori, indicati uno da ciascun candidato, estrarranno le schede dall’urna e scandiranno le preferenze. Grossa novità. In passato, infatti, al termine […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.