Comuni, stretta anti-movida e crociate “anti-bangla”

Le ordinanze delle amministrazioni per fermare il degrado urbano e tutelare il made in Italy tra i negozi del centro storico, alterano i rapporti di concorrenza tra i gestori stranieri e quelli autoctoni
Comuni, stretta anti-movida e crociate “anti-bangla”

Stop a led di cattivo gusto, merci accatastate, serrande vecchie e imbrattate. A Roma il Campidoglio, lo scorso 17 aprile, ha approvato il nuovo Regolamento Unesco, contro il degrado urbano, per l’esercizio delle attività commerciali e artigianali. All’ombra del Colosseo, e in misura meno severa fino ai confini del centro storico, per i prossimi tre […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.