Come sempre tutti gli impicci portano a Roma

Le strade di Roma, per lo più dissestate e lerce da vergognarsi, guardano ricambiate la prima pioggia di manifesti elettorali per le prossime Amministrative, per lo più impresentabili e insulsi (cfr. per far un esempio seminobile “Liberi dai partiti”: ma quali partiti, se ormai sono poco più di bande sgangherate? Casomai – che so – […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.